Statistics_

mercoledì 26 novembre 2008

.18.

scarpe selvagge
ballano nel buio amare
come caramelle
parla un soprano gracchiando
fra le rane cresciute a stagno
e tubi, immerse nell'acqua
figlie del ritmo e del fatalismo
eterno dei colpi, fino a
macchiarsi della linfa mortale
delle foglie violacee
si intravede un furgone che
filtra il racconto di pazze la
cui vita è stata tagliata, in uno
strappo da cui appare una
lucente ombra
si spegne e sopraggiunge il sonno
per salvarsi bisogna solo nuotare

1 commento:

Giu ha detto...

Sotto effetto droga ne?

ahahah

sono sempre bellissime!!

xDDDD

Baci

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails